Molino dei Lessi

Logo azienda
  • Lavis (Trento)
  • Trentino Alto Adige
  • Masi di Sorni, 5
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: N/A
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: N/A
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
L’azienda è ubicata nella soleggiata collina dei Sorni, presso S. Michele all’Adige, zona famosa per le uve pregiate, vanto delle cantine locali.
Comprende tre appezzamenti coltivati biologicamente, controllati e certificati da ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), per un totale complessivo di circa un ettaro, situati tra i 300 e i 400 m. di altitudine, lontani da qualsiasi fonte di inquinamento, circondati da bosco ceduo o da siepi, che costituiscono rifugio naturale per le specie animali utili e garanzia dell'equilibrio biologico minacciato dalla monocoltura.Una cura particolare è riservata al terreno, dove l’ inerbimento totale viene gestito con sfalci alterni, determinati dall'andamento climatico, dopo la fioritura delle diverse specie.La pacciamatura di erba e legno di potatura, garantiscono un costante apporto di elementi naturali.In estate le viti vengono sottoposte a numerosi ma leggeri interventi al verde, per garantire un equilibrio vegeto - produttivo ottimale e ridurre al minimo l’incidenza di attacchi parassitari. Le sfogliature limitate garantiscono frutti ben arieggiati, che si presentano sani e dotati di maggiore concentrazione in zuccheri e polifenoli. Allevata a cordone speronato o guyot, ogni vite produce al massimo un chilogrammo di uva.I trattamenti contro le crittogame, a base di dosi estremamente ridotte di rame e zolfo, o di antagonisti naturali, sono eseguiti solo dopo attento esame dell'andamento meteorologico e micro climatico, ed in base a ripetuti controlli di campagna, spesso affiancati dai tecnici dell'Istituto di S.Michele all’Adige. Sono esclusi insetticidi, erbicidi, concimi chimici, ed ogni altra sostanza tossica per le viti e l'ambiente.Cimento totale, che Emma Clauser e il marito Enzo Centofante, intendono rilanciare davvero a "tutto vigneto" concordando con i ricercatori e gli enologi dell’Istituto di S. Michele all’Adige anche un serio ed attento protocollo di cantina.
px
Vetrina attiva dal 05/09/2011, 5623 pagine viste, 414 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?