Ca' Rugate

Logo azienda
  • Montecchia Di Crosara (Verona)
  • Veneto
  • via Pergola, 36
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1986
  • Superficie vitata: 70.00 ha
  • Bottiglie prodotte: 600
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: Internazionale
  • Export: America settentrionale, Asia orientale, Unione Europea
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: N/A
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
La famiglia Tessari, una passione secolare

La Storia viticola della famiglia Tessari, inizia nei primi anni del Novecento, quando Amedeo Tessari detto "Midéo", prende in affitto un’osteria a Presina, piccola frazione di Albaredo d’Adige, iniziando a vendere il vino dell’azienda di famiglia. Sono anni difficili in casa Tessari, l’arrivo della Grande Guerra, segnava allora il destino di molte famiglie. Durante la permanenza al fronte, Amedeo, si ammala e rientra in famiglia a Brognoligo, con il fisico minato dalla malattia, il 4 novembre 1918, giorno dell’armistizio, il destino beffardo, ha il sopravvento.

Donna Adele, moglie di Amedeo cresce con coraggio e spirito di sacrificio i figli, sino a quando sul finire degli anni ‘30 il testimone passa a uno di loro, Fulvio detto «Beo».Fulvio, continua il lavoro, che il padre aveva tracciato, occupandosi in primis di viticoltura, andando ad acquisire le vigne più prestigiose del colle Rugate e, a vinificare e vendere le proprie uve, in parte alla locale realtà cooperativa, e in parte per conto proprio. Nel 1950 laddove a Brognoligo, si diffonde la coltura intensiva della vite, vengono acquisite le prime vigne in località Monte Fiorentine e vengono valorizzati impianti in zone fino ad allora quasi trascurate. E’ di Fulvio, la decisione, di valorizzare totalmente in proprio agli inizi degli anni ‘ 70, le proprie uve, in completa autonomia rispetto alla realtà cooperativa del territorio. Nasce così l’Azienda Agricola Tessari Fulvio, l’ antesignana di quella che sarà poi Ca’ Rugate. Nel 1978 sono 7 gli ettari di vigna coltivati.

Ca’ Rugate, le origini

Sul finire degli anni Ottanta, i figli di Fulvio, Amedeo e Giovanni, unendo le loro forze danno vita a Ca’ Rugate. Il nome, deriva dall‘omonima casa situata nella collina, a nord di Brognoligo, dove si trovano i vigneti dell’azienda. Le prime bottiglie a marchio Ca’ Rugate portano il millesimo 1986. Sono anni di grande fermento. La cantina di Brognoligo viene ampliata, e i vini iniziano a varcare i confini nazionali. La Garganega, è il vitigno esclusivo in tutti i vigneti aziendali, che nel 1999 si estendono su una superficie di 16 ettari.

Ca’ Rugate oggi

Nel 2001, in concomitanza dell’ingresso in azienda di Michele, che da continuità alla quarta generazione di viticoltori, i Tessari prendono la decisione, finanziariamente impegnativa ma lungimirante di costruire una cantina più ampia e dotata di attrezzature all’avanguardia lungo la strada della Val d’Alpone. Sempre nello stesso anno i Tessari decidono di investire la loro esperienza nella vicina Valpolicella, acquisendo le prime vigne nella zona collinare di Montecchia di Crosara.

La nuova cantina viene inaugurata nel settembre 2002, e getta le fondamenta, della dinamica crescita del ultimo decennio, di Ca’ Rugate. L’ingresso di Michele, conferisce quella vivacità imprenditoriale, che permette di far crescere e affermare ulteriormente l’azienda sia da un punto di vista qualitativo che organizzativo.E’ di questi anni la più ragguardevole crescita viticola dei vigneti della famiglia Tessari. Dal 2002 al 2008 vengono acquisiti circa 30 ettari, nelle zone più vocate dei comuni di Monteforte d’ Alpone e Montecchia di Crosara, che consolidano l’attuale superficie vitata aziendale di 70 ettari. Questa strategica crescita strutturale, è supportata da una capillare distribuzione dei vini, che varcano ad oggi 97 province d’ Italia e 23 confini nazionali.
px
Vetrina attiva dal 26/02/2009, 4325 pagine viste, 248 click al sito
Etichette
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?